Il Resto del Carlino non ama i libri

Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno oggi uniti sotto la sigla QN non fanno più recensioni di libri. Il Resto del Carlino ha da poco festeggiato i suoi 150 anni di vita e questa è una delle prime iniziative non del suo nuovo corso, ma della sua vecchiaia.

Il giornale che è stato di Spadolini e ha visto collaboratori di grande valore sul piano letterario abolisce una pratica considerata poco redditizia. Il suo inserto letterario Il caffè vede come protagonisti assoluti personaggi mediatici e un costante gossip.
Certo, questa operazione rientra nell’andazzo contemporaneo, ma non mi risulta che la Gazzetta di Parma o La voce di Romagna che hanno meno forza e meno diffusione abbiano abolito le recensioni.

Caro direttore, abolire le recensioni non è un segno di novità ma di barbarie.

Umberto Piersanti

This entry was posted in Istantanee and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Una risposta a Il Resto del Carlino non ama i libri

  1. Bravo Umberto , questa ci voleva proprio .
    L’ho postata in facebook.
    Un saluto e un abbraccio da
    leopoldo –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.