Poesie di Marzia Dati

Albion

ritorno a te dopo un lungo viaggio
dove nuove tempeste e naufragi
mi risuonano dentro il sangue

venti colmi di pioggia e nuvole minacciose
lo hanno gravato di pesi appesi come l’albatros
all’albero maestro della mia nave

l’uragano sembra passato
le nuvole si sono liquefatte
nelle distese azzurre che ho solcato

c’è un porto sicuro che mi attende
e nell’attesa faccio di parole versi.

Risacca

Quello che mi chiedi
non mi è noto,
ancora.
Mi lascio andare
al moto
lento
e
costante
del
Mediterraneo,
che bagna il mio corpo
nell’agosto assolato.

La risacca
sembra confermare
il moto
perpetuo
del
dare
e
dell’avere
in un equilibrio
spesso non perfetto.

Mi abbandono
e abbandonandomi,
sono solo un frammento
delle leggi imperscrutabili
dell’universo.

Il Viaggio

A Jorge Romeo

Or tu a Cariddi
Non t’accostar mentre il mar negro inghiotte;
Ché mal saprìa dalla ruina estrema
Nettuno stesso dilivrarti
(Odissea, canto XII)

Le Cariddi di marmo trasparenti
sono appese e sospese
sotto il peso della barca
che viaggia sui flutti delle tue acque in tempesta.

Il cielo è terso,
l’albero di magnolia disegna nell’aria
architetture di rosa,
timidi raggi di sole,
forieri della primavera imminente,
filtrano attraverso le feritoie del tuo fortilizio,
si posano sulla marmorea barca
che sei riuscito a liberare
dal cuore della materia.

Sei fuori dal vortice,
sicura è la tua barca
lungo le vie di quel mare
adesso anche tuo,
dove sprofondano moltitudini di uomini
nel loro viaggio senza ritorno.

 

Marzia Dati nasce a Carrara nel 1965. Dopo essersi laureata con il massimo dei voti in lingue e letterature inglese e russa, presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Pisa, frequenta corsi di specializzazione post-laurea presso l’Università Statale di Mosca Michail Lomonosov e presso la Calstate University di Los Angeles.
Nel 1993 arriva terza su quindici partecipanti alle selezioni nazionali per la borsa di studio bandita dall’Istituto per il Commercio Estero per la partecipazione al master di I livello sul “Commercio Internazionale”. Durante il master lavora come stagista presso l’Ice di Mosca dell’Ambasciata Italiana a Mosca e presso il Consolato d’Italia di San Pietroburgo.
Socia dell’Associazione Nazionale dei Russisti Italiani, socia del Lions Club Massa- Cararra Apuania e ricercatrice free lance, si occupa di storia della pittura e della scultura russa dalla seconda metà dell’Ottocento agli anni dieci del Novecento. Le sue ricerche riguardano, soprattutto lo studio delle presenze di intellettuali e artisti russi in Italia, in particolare del pittore N.N.Ge (1831-1894) e dello scultore Stepan Erzia (1874-1959).
Insegna lingua inglese nella Scuola Superiore Statale presso l’Istituto di istruzione Superiore A. Meucci di Massa e svolge attività di docenza di lingua russa presso vari istituti e lingua e letteratura russa presso il Laboratorio linguistico del Comune di Massa e in varie scuole e istituti accademici.
Nel 2004 è stata nominata Donna dell’anno impegnata nella diffusione della cultura dal prestigioso ente americano American Biographical Institute del North Carolina.
Dal 2008 rappresenta in Italia la Fondazione delle Arti S.Erzia di Mosca, promuovendo la produzione artistica dello scultore russo e dell’arte russa in generale attraverso l’organizzazione di conferenze, seminari di studio ed eventi culturali
Nel 2006 ha ottenuto il riconoscimento dal Ministro della Cultura della Repubblica della Mordovia (Federazione Russa) per le attività svolte in Italia per la diffusione di S. Erzia e della cultura russa nell’ambito dello sviluppo dei rapporti culturali tra l’Italia e la Russia.
Si occupa di arte russa prendendo parte a diverse conferenze a livello nazionale e internazionale. Collabora con varie università della Russia in particolare con l’Università di San Pietroburgo ed istituti di ricerca come esperta artisti russi in Italia.
Dal febbraio 2011 è socia del Lions Club Massa e Carrara Apuania e dell’Accademia Albericiana. Dal 2011 è membro della Dickens Fellowship of London ed è la fondatrice della filiale italiana della Dickens a Carrara. Grazie alla sua attività di promozione di Carrara nel mondo la Dickens Fellowship di Carrara si è aggiudicata la Convention Mondiale dei dickensiani che si terrà a Carrara nel 2017 che avrà come tema Dickens , art and landscape. Nel 2012 ha partecipato alla conferenza dedicata al pittore N. N. Ge, organizzata dalla Galleria Tretjakovskaja di Mosca nell’ambito della mostra dedicata al pittore russo dove ha presentato il suo lavoro di ricerca sul periodo italiano del pittore dal titolo “ L’Italia nelle opere di Nikolaj Nikolaevic Ge : contatti con gli ambienti intellettuali e artistici della Toscana nel decennio 1860-1870”
Unica italiana tra i relatori il suo lavoro di ricerca relativo al periodo italiano di Ge e i rapporti con gli intellettuali italiani ha riscosso consensi e successo tra i più importanti critici russi contemporanei presenti alla conferenza.
Ha frequentato il Master di II livello di Traduzione dall’inglese all’italiano di testi post-coloniali presso l’Università degli Studi di Pisa, Dipartimento di Anglistica ottenendo nella prova finale il massimo dei voti. Collabora a varie riviste di critica letteraria come traduttrice di poesia contemporanea e come critico letterario.
Nel giugno 2013 si è classificata seconda al Premio Internazionale di Poesia organizzato dal Lions Club di Cortona con la poesia Parole e ha partecipato a vari Concorsi dove ha ricevuto numerosi menzioni.
Ha vinto altri due premi letterari per alcune sue poesie inedite. Traduce poesia dall’inglese e dal russo. E membro di giuria in diversi premi internazionali di poesia e narrativa.
Nel marzo 2014 è stata insignita dal Comune di Carrara con il Premio Carrara premia le sue donne, con la seguente motivazione “per aver promosso l’associazionismo culturale portando il nome di Carrara nel mondo”.
A maggio del 2015 ha pubblicato la traduzione del libro Il Grande Erzia. Riconoscimento e Tragedia. Un progetto italo-russo realizzato grazie al contributo della Fondazione cassa di risparmio di Carrara, della Fidapa di Massa Carrara e della Fondazione Erzia di Mosca. Al momento collabora con l’Istituto d’Arte della città di Astrachan (Russia) dove tiene un webinar sugli artisti russi in Italia.
Ha rappresentato l’Italia e il territorio di Massa Carrara lo scorso luglio all’Università di Abrdeen in occasione del Congresso Mondiali degli studiosi dickensiani.

This entry was posted in Prime prove. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>