Tre poesie inedite di Gabriele Greco

Gabriele Greco
Gabriele Greco
Gabriele Greco

Pubblichiamo tre poesie inedite di Gabriele Greco, poeta toscano che vive in Svezia.

Cardeto

E fu un buio
di polveri.

Nessuno
li rivide.

La falesia
grandinò
denti
di sangue
sulla riva
urlante
del mare
affogato
di strazi.

Ad ogni voce, una croce.

Oggi
il mattino
è tutto un viavai
di madri
tra biancospini
in fiore.

Pace ora
e sempre sia
questo vociare
di bambini
a perdifiato
in girotondo
sul prato.

*

Miracolo

Una corsa folle
giù per le brughiere.

Ansimanti poi ci fermammo.

Un amore stava nascendo.

Sull’orizzonte brumoso
all’improvviso
si disciolse la sera
e le betulle svanirono.

All’ombra di crinali
taglienti
s’infiammò
per un istante
l’attesa.

Scrigni di cristallo,
custodi d’altri silenzi.

S’inacerbì la notte.

Qualcuno ci offrì
un ultimo calice di respiro
e lo bevemmo.

Divenimmo crisalidi d’oblio.

*

Νόστοι (Ritorni)

Impiego giorni per riprendermi
da un lungo viaggio. Indosso un abito di lino
liso dentro casa, quasi una scialbatura di vita.
Invano sorreggo le palpebre
imbevute di sonno. E nel buio chiuso degli occhi
rivedo la mia isola nuda.
Il mare è un’ombra glauca. E cave sembianze
dietro montagne antiche che tutto sanno.
Un approdo ho cercato.
Nient’altro che un approdo.

Biografia

Gabriele Greco nasce nel 1978 a Fucecchio (Firenze). Dopo la maturità classica, si laurea presso l’Università degli Studi di Firenze, in Teoria e Critica della Letteratura con una tesi sul poeta e pittore francese Henri Michaux. Dal 2015 vive in Svezia, a Örnsköldsvik, dove insegna italiano, francese, spagnolo e arti visive in un liceo. Bruciaglie (peQuod, 2022) è la sua ultima raccolta di poesie. Altre pubblicazioni: Lieve, stelle in processione (Titivillus, 1998), Petali notturni (Titivillus, 1999), Affluenti. Nuova poesia fiorentina. Vol. 2 (Ensemble, 2020).

Condividi

6 commenti a “Tre poesie inedite di Gabriele Greco

  1. Sono delle liriche originali che vanno oltre una sterile conoscenza delle tradizionali figure retoriche. La delicata musicalità dei versi esente da ogni esasperazione espressiva, scandaglia, con una solo apparente leggerezza, le prondità degli affetti…bravissimo….

  2. Sobria, semplice , versi sciolti ,che ciascun Poeta vorrebbe scrivere: Questo vociare – di bambini- a perdifiato- in girotondo sul prato. Questo componimento articolato tra la natura , e le creature sani- da tutti i mali. Sfocia nell’ingegno poetico , retaggio di una poesia classica. Brillante nelle altre strofe.

  3. Stupende per non aggiungere altro. Altro infatti non serve. Io adoro la Poesia…a volte alcune ne scrivo. 8 mi sono state pubblicate . Più altre 3 in tre raccolte della stupenda Casa ed. Aletti.
    Certa di acquistare queste raccolte invio i miei sentitissimi complimenti all’autore. Innalzandogli un Grande Applauso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.